Videosorveglianza per l'Università di Perugia

La sicurezza in ambito accademico

Videosorveglianza per l'Università di Perugia

La sicurezza in ambito accademico

Download as PDF
Il Sistema di Videosorveglianza D-Link installato da Adalab Snc presso l’Università per Stranieri di Perugia garantisce un miglior controllo di tutte le aree del Palazzo Gallenga, sede principale, e delle zone circostanti, miglior controllo da parte dell’amministrazione pubblica di tutta la struttura, sicurezza interna dell’edificio, monitoring in real time e video playback in caso di necessità. 

Un sistema che non ha messo a rischio o danneggiato infrastrutture, affreschi ed elementi architettonici in stile Barocco, del palazzo; un sistema in grado di preservare il patrimonio dell’Università e garantire l’incolumità delle persone, prevenendo e dissuadendo reati e atti di vandalismo nelle aree che non possono essere vigilate da parte degli addetti o in grado di portare prove video in caso di denuncia di atti criminosi.

Il cliente
L’Università per Stranieri di Perugia è la più antica e prestigiosa istituzione italiana impegnata nell’attività di insegnamento, ricerca e diffusione della lingua e della civiltà d’Italia in tutte le loro espressioni. Fondata nel 1921 dall’avvocato Astorre Lupattelli, sotto forma di Corsi di Alta Cultura per stranieri, acquisisce il titolo di Regia Università Italiana per Stranieri nel 1925 e diventa ufficialmente università Statale nel 1992. 
Inizialmente ospitata presso la sede dell’Università degli Studi, l’Università per Stranieri di Perugia nel 1927 fa del Palazzo Gallenga la propria sede, a cui sono state annesse, negli anni novanta, le quattro palazzine succursali Prosciutti, Lupattelli, Orvieto e Valitutti; un complesso edilizio nel centro storico di Perugia destinato alla didattica e alla ricerca.

Il partner
Adalab Snc. è un’azienda IT che offre consulenza, fornitura e manutenzione di soluzioni software ed hardware per aziende e privati che hanno bisogno di supporto tecnologico on-site. Composta da un team di tecnici specializzati, Adalab si occupa di assistenza su pc, server e reti.

L’esigenza
L’Ateneo, composto da una sede Centrale - Palazzo Gallenga, situato in Piazza Fortebraccio - e da quattro sedi distaccate situate in Via XIV settembre, a 950m di distanza dalla sede, esigeva un sistema di Videosorveglianza che potesse garantire un maggiore e più tempestivo controllo degli accessi.

Finalizzato alla protezione dei beni materiali e immateriali e all’incolumità delle persone che operano all’interno ed all’esterno delle strutture universitarie, il sistema di Videosorveglianza D-Link è stato realizzato da Adalab Snc. per lo svolgimento delle funzioni istituzionali, nel rispetto della disciplina in materia di protezione dei dati, e non come strumento di sorveglianza a distanza dei docenti, di studenti o del personale tecnico amministrativo.

La soluzione
Un sistema di videosorveglianza su IP firmato D-Link per monitorare i numerosi accessi alla sede principale, una palazzina di otto piani del XVIII secolo di interesse storico-artistico. 

Un sistema composto da 22 videocamere digitali, 3 videoregistratori di rete (NVR) e 7 switch a integrazione della rete esistente, in grado di sorvegliare e preservare il valore architettonico del Palazzo Gallenga Stuart. Infatti le videocamere D-Link DCS-7110 installate presso l’Ex Palazzo Antinori sono dotate di tecnologia PoE (Power over Ethernet), che consente l’alimentazione delle videocamere direttamente tramite il cavo Ethernet collegato ad uno Switch PoE, ideali per un’installazione non invasiva, per ridurre i cablaggi e di conseguenza il numero di tracce da creare nei muri.

Per monitorare gli ingressi dall’esterno e non alterare la facciata caratterizzata da blocchi di grandi finestre, cornicioni in mattoni e pilastri sono state installate videocamere professionali Day&Night D-Link DCS-7110, discrete e con uno chassis appositamente certificato (IP66) per ambienti esterni, che le protegge dalle intemperie e dalle temperature. 
Utilizzate anche per gli interni di pregio architettonico, come il vestibolo e lo scalone d’ingresso, le DCS-7110, sono state impostate per inviare avvisi email e snapshot ad alta definizione al rilevamento di movimenti, anche in totale oscurità, poiché dotate di LED a infrarossi, di sensore CMOS progressivo e della tecnologia ICR. Grazie alla funzione di rilevamento delle manomissioni, la videocamera avvisa il responsabile della sicurezza anche nel caso in cui venga reindirizzata, messa fuori fuoco, bloccata o coperta di spray.

Nelle aree in cui era necessario installare videocamere ancora più discrete, che non alterassero la bellezza delle modanature e dei decori, sono state collocate le videocamere D-Link DCS-2230, dal design compatto, dotate di CPU, semplici da installare, con un’intuitiva interfaccia basata sul Web e slot per scheda microSD per l’archiviazione in locale delle immagini.
Videocamere piccole, ma potenti, in grado di fornire, grazie alla funzione ePTZ e all’elevata risoluzione video, una visione panoramica in HD di un’area molto estesa e il dettaglio di una porzione video selezionata grazie allo Zoom elettronico; una soluzione equiparabile ad una videocamera motorizzata, ma meno soggetta a guasti meccanici poiché non dotata di parti mobili; e che consente la riduzione del numero di videocamere da installare, per via dell’alta definizione.

Per l’installazione del sistema di videosorveglianza è stato necessario integrare il network preesistente con alcuni apparati switch D-Link Green Gigabit, il DGS-1008P PoE (Power over Ethernet) per alimentare le videocamere ad esso connesse e in grado di garantire un risparmio energetico nei momenti di non utilizzo; e il DGS-1008D, semplice da configurare, ma potente che consente all’amministratore di incrementare l’ampiezza di banda, migliorare i tempi di risposta e soddisfare pesanti carichi di lavoro e traffico video in HD. Due soluzioni silenziose ideali per biblioteche, aule o sale meeting poiché senza ventole.

Il controllo completo delle zone pubbliche e l’archiviazione del flusso video hanno richiesto l’installazione di tre Videoregistratori di rete (NVR) D-Link DNR-322L, in grado di registrare simultaneamente da un numero massimo di 9 videocamere ciascuno, 24 ore su 24, in determinati intervalli di tempo (ad esempio, di notte o durante i fine settimana), o sulla base di eventi, come il rilevamento di movimenti.
È inoltre possibile creare account utenti con privilegi di accesso diversi specificando le videocamere per cui sono abilitati, limitando l’accesso all’NVR e al registrato e garantendo il rispetto della normativa vigente in materia di Privacy.

Il D-Link DNR-322L prevede inoltre la possibilità di proteggere i dati anche in caso di avaria dei dischi rigidi utilizzando una configurazione RAID 1, che consente la duplicazione dei video registrati su due unità disco distinte. E grazie al portale e alle app mydlink™, è possibile accedere al DNR-322L in modalità remota via browser web da qualsiasi computer o tramite App e smartphone, semplicemente accedendo all’account mydlink™.